CSC

 
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
Home
L'Atto costitutivo

La costituzione formale dell’Associazione CSC – strumento giuridico e operativo dello stesso CSC, il cui Statuto è stato pubblicato nel numero 11 della Lettera CSC – è avvenuta il 1 marzo 2008 a Prato da parte di un gruppo di promotori, ottemperando al mandato ricevuto durante l’assemblea fondativa tenuta a Firenze il 15 settembre 2007. Nella stessa riunione del 1 marzo sono state elette le cariche sociali a norma dei corrispondenti articoli e in particolare dell’art. 20 (norma transitoria).

L’anno 2008 (2008) e questo giorno uno (1) del mese di marzo in Prato, presso la Villa del Palco in Via del Palco si sono personalmente costituiti i signori: mons. Simoni Gastone, Bartoloni Roberto, Pierallini Edo, Sichei Lorenzo, Gennai Ariano Anna, Carraresi Marco, Lenzi Roberto, Giambastiani Silvana, Malavolti Lorenzo, Piergrossi Diego, Zimbaro Giorgio, Bottazzi Luigi, Ini Giovanna, Guidotti Paolo, Bonci Paolo, Vitali Roberto, Zanardi Lucia, Schiamone Alessandro, Ricceri Marco, Bertacchini Roberto, Fratoni Furio Giacinto, tutti cittadini italiani, i quali avendo una finalità comune, costituitisi in Comitato Promotore, hanno convocato un’Assemblea la quale, allo scopo di dare all’esperienza maturata dall’Associazione “Amici di «Supplemento d’Anima»”, cui seguì la costituzione a Firenze del collegamento Sociale cristiano (C.S.C.), la cui natura e finalità sono illustrate nel libro Liberi ma non dispersi. Cattolici, società e politica oggi, di mons. Gastone Simoni, Vescovo di Prato, un supporto giuridico-economico, hanno convenuto quanto segue:

E’ costituita una associazione denominata “ASSOCIAZIONE COLLEGAMENTO SOCIALE CRISTIANO” o più brevemente “Associazione CSC”.

L’Associazione avrà la sede legale nel Comune di Prato, Piazza Lippi, nc 21.

L’associazione si propone lo scopo di contribuire alla formazione morale, culturale, sociale e politica dei cittadini tutti, con uno speciale riguardo ai giovani e a quanti sono più direttamente impegnati nelle attività sociali, culturali e politiche e in particolare diffondere la conoscenza della dottrina sociale della Chiesa e tener viva nella società e nella cultura contemporanea l’ispirazione cristiana delle attività sociali e politiche, favorire il dialogo costante e il maggior raccordo possibile, spirituale e operativo, fra quanti condividono l’ispirazione e la dottrina suddette.

L’Associazione C.S.C. opera attraverso attività decise dai propri organi centrali; tramite iniziative di carattere locale assunte dai circoli C.S.C. riconosciuti dal centro; infine per mezzo di attività e iniziative concordate con altri gruppi, enti e istituti vari, il tutto come meglio riportato nello statuto contenente anche le regole per il funzionamento dell’associazione, infra citato.

La durata dell’Associazione è fissata al 30 settembre 2101 ma potrà essere prorogata o sciolta anticipatamente con deliberazione assembleare.

L’associazione è retta dalle disposizioni del Codice Civile e dalle altre norme vigenti in materia e dalle norme poste dal presente atto costitutivo e, come già citato, da quelle contenute nello Statuto sociale che qui di seguito vengono riportate:

(…)

Infine l’Assemblea passa, a norma dello Statuto sopra citato ed in ossequio in particolare all’articolo 20 e secondo i principi in esso fissati, all’elezione delle cariche sociali dell’Associazione dallo stesso articolo previsto e cioè: il Presidente e il collegio sindacale.

L’Assemblea dei soci fondatori pertanto, dato atto di quanto sopra nomina all’unanimità quale Presidente dell’Associazione mons. GASTONE SIMONI, come sopra generalizzato.

Sia il Presidente che i componenti il collegio sindacale presenti accettano la carica.

Come stabilito nello statuto le prime cariche sociali durano in carica fino all’approvazione del primo esercizio sociale avente scadenza al 31 dicembre 2008.

In ossequio all’art. 20 dello statuto il Presidente mons. Gastone Simoni nomina un comitato avente la funzione di avviamento e promozione dell’attività dell’associazione e sostituendo il consiglio direttivo fino al detto 31 dicembre 2008 nei nomi dei signori: Pierallini Edo, Ariano Annalisa, Bettazzi Luigi, Vitali Roberto, Piergrossi Diego, Pezzati Sergio, Cuccuini Anna Maria, Migone Alberto, Ciabattoni Amos, Zimbaro Giorgio, Bertolucci Maria Pia, i quali, presenti, accettano.

Inoltre i soci fondatori in ossequio all’articolo 6 e seguenti dello statuto non contrastando con l’articolo 20, ritengono opportuno nominare anche le altre cariche sociali previste, ad eccezione del consiglio direttivo e nello specifico il collegio dei probiviri, che all’unanimità viene nominato nei signori Lenzi Roberto, Giambastiani Silvana, Sichei Lorenzo, il segretario, che viene nominato all’unanimità nella persona del sig. Bartoloni Roberto, il teso-

riere, che viene nominato all’unanimità nella persona del sig. Fratoni Furio Giacinto.

Tutti gli organi amministrativi così nominati accettano la carica dichiarando non sussistere a proprio carico alcuna causa di ineleggibilità e/o incompatibilità.

La quota sociale, limitatamente al primo esercizio, viene stabilita in Euro venti/00 (20,00).

Dette quote vengono versate dai soci fondatori nella cassa sociale.